Lettere in redazione Pozzallo 22/08/2014 18:48 Notizia letta: 3856 volte

Cisl: no a chiusura doposcuola a Pozzallo

Parla Passanisi
http://pozzallo.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/22-08-2014/1408726170-0-cisl-no-a-chiusura-doposcuola-pozzallo.jpg&size=668x500c0

Pozzallo - La posizione di questa segreteria generale di Ragusa e Siracusa è chiara: con la chiusura di questo importante servizio non si produrrebbe nessun risparmio di spesa ma solo un forte disagio per i tanti bambini, più di tutti quelli appartenenti a nuclei familiari di basso reddito.
Questa posizione è stata ripetuta dal delegato della segreteria provinciale, Bartolomeo Dimartino, che ha partecipato all’incontro voluto dal Sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna (presente all’incontro il suo vice F. Gugliotta).
La riunione era stata indetta per comunicare ai soggetti sindacali la decisione assunta dall’amministrazione comunale di voler sopprimer il servizio di doposcuola comunale, trasferendo il personale ad altri servizi.
E’ stato chiarito dagli amministratori comunali che una tal scelta è finalizzata a contenere i costi che sostiene il Comune e quindi produrre un risparmio.
Tale tesi è stata ampiamente “smontata” dal rappresentante di quest’organizzazione sindacale che ha chiarito, in modo documentale, che con la chiusura del Servizio di doposcuola comunale non vi è nessun risparmio di spesa.
Muovendo da queste considerazioni è stato richiesta anche la non adozione dell’atto deliberativo di soppressione di questo servizio.
A questo punto il Vice Sindaco Gugliotta, viste le argomentazioni addotte dalla FP – CISL, ha annunciato che avrebbe valutato meglio l’intera questione, ancor prima di procedere alla chiusura del doposcuola.
Per la FP – CISL questo è un importante primo risultato, come ha commentato il Segretario Generale, Daniele Passanisi, che ci si augura possa poi concretizzarsi con un chiaro ripensamento da parte del Comune. “Quest’organizzazione sindacale, ha poi aggiunto Passanisi, sostiene da tempo che la spending review va attuata eliminando gli sprechi e tutte quelle voci di bilancio assolutamente superflue, non certo penalizzando i servizi, soprattutto quelli che sono a beneficio delle fasce sociali più deboli.

Daniele Passanisi
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1505383848-3-peugeot.jpg