Economia Pozzallo 28/11/2011 21:40 Notizia letta: 3279 volte

Turismo, modello Andalusia per Pozzallo

Promosso dalla Confcommercio e dalla Manenti’s House
http://pozzallo.ragusanews.com/resizer/resize.php?url=http://www.ragusanews.com//immagini_articoli/28-11-2011/1396123043-turismo-modello-andalusia-per-pozzallo.jpg&size=687x500c0

Pozzallo - Positivo il riscontro per il convegno “Turismo: opportunità di sviluppo”, promosso in città dalla Confcommercio e dalla Manenti’s House, con la partecipazione della provincia regionale di Ragusa. A relazionare sullo stato di salute del turismo ibleo il presidente Confcommercio provinciale Sergio Magro, l’assessore provinciale al Turismo Ivana Castello e il deputato regionale Carmelo Incardona. Vari gli interventi tutti qualificati che si sono poi succeduti,  legati soprattutto al turismo a Pozzallo. In clima preelettorale, con un appuntamento che è servito anche a presentare in città il neo costituito gruppo di Forza del Sud, sono state sfoderate, anche se con qualche frizione per la diversità di posizioni,  una serie di idee di rilievo legate al futuro sviluppo del turismo pozzallese, valide da un punto di vista concreto. Dalle apprezzabili prospettive presentate da Marcello Vindigni sulla Torre Cabrera, allo studio su un progetto “modello Andalusia” per la costa pozzallese prospettato da Pino Asta. Si è parlato così concretamente di turismo, pensando a possibili soluzioni per il futuro di un settore che in provincia, “nonostante la crisi ha tenuto”. Un settore che però non riesce ad essere, secondo una critica avanzata unanimemente,  forza trainante per una disomogeneità di impegno tra istituzioni, politica e privati.  “Eppure potremmo offrire un pacchetto completo rispetto ad altre realtà” ha spiegato Magro, presentando i vari dati del settore.  Da Magro e Incardona l’invito a lavorare in sinergia tra privati, provincia e politica nella programmazione strategica pensando anche a sgravi fiscali e formazione del personale. Un impegno comune contando su quanto di eccellenza offre il territorio per storia, cultura, paesaggio e proposte enoculturali, con lo sviluppo del porto e dell’aeroporto comisano che potrebbero dare un forte impulso. Nella sintesi della Castello inoltre quanto fatto sinora dalla provincia con la prospettiva per il futuro di guardare anche al turismo “sociale”.

Rosanna Giudice
http://www.ragusanews.com//immagini_banner/1510938881-3-toys.jpg